Crostata ricotta, nocciole e cioccolato

Questa crostata è una di quelle torte che profumano di casa, di merenda accompagnata da un tè caldo o da una buona tazza di caffè nero. Il ripieno di ricotta, cioccolato e nocciole rendono questa crostata davvero incredibile: morbida, profumata e davvero golosa. Il fatto che sia anche facile da preparare la rende irresistibile.

Ingredienti per una tortiera da 26cm

500 g farina per dolci
250 g zucchero di canna integrale
250 g burro
4 tuorli
un pizzico di sale
400 g ricotta fresca
150 g nocciole del Piemonte
150 g cioccolato fondente

PROCEDIMENTO

Per prima cosa prepara la frolla disponendo a fontana sul tagliere la farina e lo zucchero, forma un foro al centro e aggiungi i tuorli, un pizzico di sale e il burro freddo tagliato a cubetti. Inizia ad incorporare la farina alle uova e al burro, quando i componenti iniziano a stare insieme in un’unica massa lavorala finché omogenea, se necessario aggiungi un cucchiaio di latte o acqua. Copri l’impasto con la pellicola e fai riposare per circa trenta minuti in frigorifero.
Nel frattempo frulla finemente le nocciole e il cioccolato. Incorpora nocciole e cioccolato alla ricotta fino ad ottenere una crema omogenea.
Stendi 2/3 della pasta frolla in uno strato abbastanza sottile, appoggiandolo sopra la teglia, taglia una circonferenza due o tre centimetri più abbondante rispetto il diametro della teglia. Stendi il disco di pasta nella teglia, precedentemente imburrata e inzuccherata, modellando i bordi con la pasta in abbondanza. Versa la ricotta farcita nella tortiera e distribuiscila omogeneamente su tutta la superficie. Tira la pasta restante in uno strato sottile, ritaglia una circonferenza della stessa dimensione della teglia poi copri la torta con il disco di pasta. Premi con le dita lungo tutto il bordo e con un coltello fai qualche taglio sulla superficie della torta.
Cuoci in forno riscaldato a 180°C statico per circa 40-45 minuti.
Fai raffreddare e servi con zucchero a velo e qualche nocciola spezzettata.

Lo sapevi?

Lo sapevi?