Tarte Tatin di radici e tuberi

Quando pensiamo a Parigi le nostre menti si perdono tra mille immagini, profumi e sapori. Con il pensiero iniziamo un viaggio meraviglioso. Tra le ricette più cult della tradizione non possiamo che pensare ad una buonissima Tarte Tatin, una ricetta nata per errore e diventata iconica in tutto il mondo. Spesso ci piace partire da ricette così e cercare di stravolgerle e reinterpretarle seguendo i nostri gusti, infatti la nostra Tatin è salata, senza burro e con una base di farina integrale e grano saraceno.
Al posto delle mele abbiamo scelto tuberi e radici, l’effetto cromatico è stupendo e diventa un buonissimo antipasto rigorosamente accompagnato da un calice di Veuve Clicquot Yellow Label.
Con le Clicquot Arrow, il bellissimo pack che vedi nelle foto, viaggeremo verso alcune delle nostre mete preferite, ispirandoci alla  Maison fondata da Madame Clicquot, che dei viaggi e delle esportazioni ha fatto la sua filosofia, sin dal 1772.

Ingredienti per una teglia da 26 cm

1 patata dolce
4 patate rosse piccole
2 rape rosse
2 carote
100 g zucchero di canna
40 g acqua
aceto di mele
timo
salvia
olio evo
sale
pepe

Per la pasta
150 g farina integrale
100 g farina di grano saraceno
100 ml acqua
80 g olio evo
sale

PROCEDIMENTO

Sbuccia tutte le verdure, lavale e tagliale a fette spesse di circa 3 centimetri. Spostale in una teglia e condiscile con olio, sale, pepe, timo e qualche foglia di salvia. Cuoci in forno a 220°C per mezzora o finché tuberi e radici saranno teneri.
Nel frattempo prepara la base: in una ciotola mischia le farine, aggiungi l’olio, l’acqua e un pizzico di sale, mescola con un cucchiaio di legno finché l’impasto prende consistenza, se necessario aggiungi un poco di farina. Lavora infine con le mani un paio di minuti. Stendi la pasta in uno strato di circa un centimetro e taglia una circonferenza della stessa dimensione della tua teglia.
Sforna le verdure e lasciale intiepidire. Metti la teglia per la torta direttamente su un fornello a fuoco medio e versa lo zucchero e l’acqua mescolando finché lo zucchero non sarà completamente sciolto e il liquido inizierà a diventare color caramello.
Togli dal fuoco, aggiungi due cucchiai di aceto e inizia a disporre tutte le verdure in un unico strato e in modo che siano ben compatte tra di loro. Copri con il disco di pasta premendo bene. Cuoci in forno per 20 minuti a 200°C poi per altri 20 minuti a 180°C.
Sforna, aspetta due o tre minuti e preparati all’operazione più delicata: il capovolgimento della torta.
Posiziona il piatto da portata sulla tortiera e con l’aiuto di due canovacci afferra la torta con il piatto tra le mani. Ora ruota velocemente il tutto, sentirai la torta staccarsi. Fai solo attenzione al liquido che potrà fuoriuscire.
Solleva la tortiera… “et voilà, les jeux sont faits”.

Lo sapevi?

Lo sapevi?