SINGAPORE

12 settembre 2017

Singapore è una delle città che più ci ha sorpresi, siamo partiti senza troppe aspettative e senza pensare troppo a quello che avremmo trovato, solo una breve lista di appunti tra ristoranti, negozi dove fare acquisti e cibi da provare.

Abbiamo capito che non avere aspettative a volte premia, a differenza di altre città per Singapore non avevamo già in mente quell’immaginario che ormai i social network riescono a creare di “quasi” ogni luogo. Non avevamo profili Instagram che seguivamo dai quali attingere informazioni. Abbiamo scoperto tutto live, come non facevamo da tempo e ci è piaciuto. Ci è piaciuto moltissimo!

Come sai le nostre city guide non ti raccontano tutto quello che c’è da fare in una città ma come l’abbiamo vissuta noi, i posti che abbiamo scoperto, i consigli delle persone che abbiamo incontrato. Tutto, e solo, quello che ci è piaciuto. Insomma, non una guida standard…

Singapore è una città incredibile, indipendente da poco più di cinquant’anni è riuscita a costruire un’identità e una forza economica da essere davvero un esempio raro. Le diversità culturali, di religione e provenienza presenti in pochissimi km quadrati sono state la ricchezza di questo Stato che si basa essenzialmente su due principi assoluti: il rispetto e la tolleranza.

Se la cucina è anche per te un motivo per cui viaggiare Singapore fa al caso tuo. Abbiamo mangiato davvero benissimo spaziando tra i più diversi piatti, sapori e culture. Dal baracchino al mercato ai ristoranti stellati la città offre davvero di tutto, per tutti i gusti e per ogni budget. Un giorno puoi fare colazione per 3 o 4 dollari e il giorno dopo spenderne 30. Ti assicuriamo che entrambe le esperienza valgono la pena. Dal 2016 Singapore ha anche la sua guida Michelin.

I QUARTIERI DELLA CITTA’

Le culture più locali e tradizionali sono radicate nei quartieri, ecco perché in soli dieci minuti di macchina puoi passare dal sentirti in Cina, in India e poi ancora in una delle città più moderne al Mondo. Il quartiere più esteso in assoluto è China Town (il 74% della popolazione è di origine cinese) dove puoi perderti tra i mercati, assaggiare lo street food più disparato, camminare sotto festoni appesi lungo le strade e scoprire tantissime piccole botteghe, erboristerie cinesi e negozi di souvenir.

Qui puoi visitare, a pochi metri di distanza, il tempio buddista Buddha Tooth Relic Temple, quello indiano Sri Mariamman e la moschea Jamae, conferma del clima di armonia e rispetto che c’è a Singapore.

Passeggiando per Little India potrai dimenticarti di essere a Singapore, tutto cambia a partire dalle persone. I negozi vendono prodotti diversi, i colori che ti circondano, i fiori, il cibo e i luoghi sacri ti faranno sentire davvero in India. Visitare (scalzi) il tempio Sri Veeramakaliamman è stata una delle esperienze più suggestive mai fatte.

singapore-guida-cosa-vedere-25
singapore-guida-cosa-vedere-47
singapore-guida-cosa-vedere-64

Poi c’è il quartiere “istituzionale”, Colonial District, dove si concentrano tutti gli edifici pubblici e i musei più importanti. Grazie ad una legge che ha spostato tutte le scuole fuori dal centro, gli edifici dedicati all’istruzione sono stati trasformati in contenitori culturali per offrire a cittadini e turisti musei, centri culturali, fondazioni, centri civici e teatri. Perché anche in quanto a cultura, Singapore non vuole essere seconda a nessuno in tutta l’Asia e a tale proposito non perdere una visita alla National Gallery!

Tiong Bahru è il quartiere più hype, il nostro preferito. Qui a partire dall’architettura – ottimo esempio di edilizia popolare – potrai trovare dei luoghi fantastici, persone local super giovani e davvero cool. Ci siamo tornati più volte.

L’emblema della rinascita di Singapore è il Marina Bay, un’area enorme recuperata dal mare che ha dato vita al nuovo waterfront della città dove si staglia il famosissimo (quanto discutibile progetto architettonico) Marina Bay Sands, tre grattacieli sovrastati da una nave con tanto di palme, infinity pool e locali “bling bling”. Ai piedi, affacciato sulla baia, The Shoppes è uno dei centri commerciali di lusso più grandi mai visti.

singapore-guida-cosa-vedere-01
singapore-guida-cosa-vedere-54

Qui sorgono anche Gardens by the Bay uno splendido ed enorme parco pubblico all’interno del quale ci sono le due serre più grandi al mondo – il Flower Dome e la Cloud Forest – e gli spettacolari Super Trees.

singapore-guida-cosa-vedere-08
singapore-guida-cosa-vedere-09

WHERE TO EAT

Pollen
Situato all’interno del Flower Dome, è dove abbiamo fatto il nostro primo pranzo. L’executive chef Steve Allen propone piatti ispirati alla  cucina sud-est asiatica con un mix mediterraneo. Il wild salmon che abbiamo assaggiato qui ce lo ricorderemo per molto tempo, così come la location e i piatti con illustrazioni ispirate alla botanica.
18 Marina Gardens Dr @ Flower Dome

singapore-guida-cosa-vedere-04
singapore-guida-cosa-vedere-06
singapore-guida-cosa-vedere-03
singapore-guida-cosa-vedere-05

Adrift
Qui lo chef David Myers, di origine californiana, propone una cucina che partendo dai prodotti della sua terra reinterpreta i sapori locali. Puoi optare per la formula Omakase facendoti consigliare i piatti del giorno. Noi ricordiamo ancora il Crub Toast, l’insalata di patate giapponesi e l’ottima playlist che suonava di sottofondo.
10 Bayfront Avenue @ Hotel Lobby Tower 2

Tiong Bahru Bakery
Questo è uno dei locali che c’era nella nostra top list. Una bakery con un’offerta dal sapore francese nel cuore del nostro quartiere preferito. Cosa ordinare? C’è davvero l’imbarazzo della scelta… noi come sempre abbiamo esagerato!
56 Eng Hoon Street

singapore-guida-cosa-vedere-26

singapore-guida-cosa-vedere-31

singapore-guida-cosa-vedere-43

Candlenut
Una delle nostre cene preferite. Candlenut è il primo ristorante stellato di cucina Peranakan guidato dallo chef Malcolm Lee. Viene chiamata Peranakan la cultura più locale e tradizionale di Singapore nata dall’unione delle culture cinesi e malesi. Anche in cucina, il mix dei due mondi ha dato origine a veri e propri nuovi sapori e ricette. Qui i piatti – pur mantenendo l’essenza della cultura Peranakan – vengono proposti in modo unico e contemporaneo all’interno di un contesto davvero particolare. Il ristorante si trova all’interno di un’ex-caserma militare oggi trasformata in un polo per la ristorazione. Il menu degustazione costa intorno agli 80 euro.
Block 17A Dempsey Road

Plain Vanilla Bakery
Torte salate, sandwich, focacce, insalate e una selezione di oggetti davvero bellissimi. Il tutto con un laboratorio a vista sempre in azione. Questo è il magico mondo di Plain Vanilla Bakery nel quartiere Tiong Bahru.
1D Yong Siak Street

Liao Fan Hong Kong Soya Sauce Chicken Rice & Noodle
Hai mai pensato che fosse possibile un ristorante self-service stellato? A Singapore sì. Nel cuore di China Town c’è il ristorante stellato più economico del Mondo. Il cibo è tradizionale Cantonese e preparato dallo chef Chan Hon Meng che con la moglie aveva una licenza da venditore ambulate al mercato di fronte al ristorante che ha aperto dopo aver ricevuto il riconoscimento mantenendo gli stessi prezzi. Ora la moglie porta avanti ancora l’attività al mercato, perché non provare entrambi i posti?
78 Smith Street

singapore-guida-cosa-vedere-35

singapore-guida-cosa-vedere-55

singapore-guida-cosa-vedere-61

Toast Box
Tra i cibi che non puoi perdere c’è il Kaya Toast, due fette di pane bianco ripiene di marmellata di cocco (kaya). Tradizionalmente viene servito anche con zucchero e burro oltre che con un uovo sopra e consumato per colazione. Noi lo abbiamo preso più volte “to go” quindi senza ingredienti extra. I posti dove mangiarlo sono davvero tanti, tra i più carini c’è Toast Box una catena di café sparsi per tutta la città.

singapore-guida-cosa-vedere-19
singapore-guida-cosa-vedere-48
singapore-guida-cosa-vedere-13

CreatureS
Questo ristorante è nato dalla passione di Dennis e Kok Cheong Chong di fare cene a casa, inventare ricette e condividere la loro passione con amici e sconosciuti. Qui la cucina Peranakan è davvero sorprendente in un ambiente dove ti senti a casa. Prima o dopo pranzo perditi tra le vie del quartiere indiano circostante.
120 Desker Road

Coriander Leaf
La cucina propone piatti tradizionali e contemporanei preparati con tecniche all’avanguardia. Il menu, studiato nei minimi dettagli perché i sapori siano perfettamente combinati, è pensato per piatti da condividere. Il primo ristorante, dove c’è anche una scuola di cucina, è nell’ex-convento Chijmes, dove ora ci sono vari ristoranti tra cui Lei Garden di cucina Cantonese (una stella Michelin) una chiesa sconsacrata usata per eventi. In una delle vie più movimentate della città è stato aperto da poco il secondo ristorante. 
30 Victoria Street @ Chijmes
12 Ann Siang Road

Privé ACM
Un café dall’atmosfera internazionale perfetto per una pausa in qualsiasi momento della giornata. Ce ne sono diversi in città, noi siamo stati in quello all’interno del Asian Civilization Museum.
1 Empress Place @ Asian Civilization Museum

singapore-guida-cosa-vedere-52
singapore-guida-cosa-vedere-53

Clinton Street Baking Company
Questa bakery è famosissima per i suoi pancakes, ma noi non abbiamo resistito e abbiamo ordinato croque madame, french toast con banana e fiumi di caffè americano. Dici che abbiamo esagerato? Tutto buonissimo!
31 Purvis Street

Red House Seafood
I cibi più caratteristici di un posto non sai mai dove mangiarli per paura di essere deluso, Cindy – la nostra super guida – non voleva che partissimo senza aver assaggiato il Chilli Crab e ci ha portati in questo ristorante dove era davvero buonissimo. Il loro signature dish è il Tekesumi Chilli Crab Bun servito in morbidissimi panini al carbone cotti al vapore.
3C River Valley Road

singapore-guida-cosa-vedere-57

singapore-guida-cosa-vedere-11
singapore-guida-cosa-vedere-60

singapore-guida-cosa-vedere-66

Wild Rocket @ Mount Emily
Lo chef di questo piccolo ristorante – Willin Low – è stato definito dal NY Times come uno degli chef che hanno reinventato la cucina tradizionale di Singapore, se poi aggiungi che da ex avvocato ha mollato tutto per dedicarsi al sogno della sua vita, come puoi non provare la sua cucina? Qui abbiamo assaggiato un altro dei piatti tipici, il Laksa, una zuppa a base di latte di cocco e curry servita con spaghetti di riso, pollo e gamberi.
10A Upper Wilkie Road

WHERE TO DRINK

La presenza di molti occidentali, circa il 30% della popolazione, ha fatto sì che anche a Singapore si diffondesse la cultura dell’aperitivo e del mondo dei cocktail.

Bar and Billiard Room @ Hotel Raffles
Qui bisogna fare un salto più per tradizione che per altro. Ordina uno Sling, il cocktail locale a base di gin e Heering Cherry Liqueur e mangia noccioline buttando la buccia a terra. Qui si fa così 🙂 Già che ci sei fai un salto per vedere il bellissimo Hotel Raffles, dichiarato monumento nazionale.
1 Beach Road
       singapore-guida-cosa-vedere-15

singapore-guida-cosa-vedere-58

singapore-guida-cosa-vedere-62

singapore-guida-cosa-vedere-63

singapore-guida-cosa-vedere-42

Atlas
Il bar con la collezione di gin più importante al mondo. Potevamo non andarci?
Situato in un edificio anni trenta in stile Art Deco è uno dei bar più belli mai visti. La cucina, nelle mani dello chef italiano Daniele Sperindio, è aperta tutto il giorno alternando proposte per un break, per pranzo, per il tè pomeridiano o per cena.
Parkview Square, 600 North Bridge Road

Se la sera non sai dove andare dirigiti tra Ann Siang Hill e Club Street, troverai la risposta a quello che cerchi. Qui la concentrazione di ristoranti e cocktail bar è forse tra le più alte delle città!

Operation Dagger
Questa è l’esperienza più all’avanguardia mai fatta. Intanto il bar è uno spekeasy, dalla strada non lo riconosci, accedi da una porta anonima e dopo aver sceso una rampa di scale ti ritrovi in questo “club segreto”. Tutti i distillati e i liquori sono fatti home-made, quasi tutti con la tecnica della fermentazione o in infusione. Anche la cucina è decisamente sperimentale. Abbiamo fatto mille domande ma la risposta migliore è andare ed assaggiare tutto (anche se un po’ caro)!
7 Ann Siang Hill

Catchfly
Uno degli ultimi cocktail bar nati in città. Gli interni sono stupendi e il bar è gestito da Liam Baer di New York che ripropone grandi classici reinterpretati nel suo stile applicando le tecniche della cucina al mixology come la cottura sottovuoto, l’affumicatura e l’utilizzo di sciroppi e infusi home-made.
12 Ann Siang Hill

Un’altra area frequentata da locals è Keong Saik Road dove puoi trovare The Study al quale puoi accedere solo se conosci la password oppure Five Nine. Se invece hai fame fermati da Potato Head per un burger oppure da Burnt Ends. Tutti spot sulla nostra lista che non siamo riusciti a provare!

SHOP & MARKET

Se come noi pensavi che non saresti mai più entrato in un centro commerciale, a Singapore ti devi ricredere. Lì si chiamano Mall (e questo aiuta a renderli più cool) e dopo qualche giorno con l’umidità del 100% ti accorgerai che trascorrere del tempo in questi nonluoghi non è così male. Spesso sono talmente estesi che li puoi utilizzare per attraversare tratti di città. Tra i più belli di sicuro ci sono ION Orchard dove al piano -1, nella food hall, puoi assaggiare tutte le specialità locali, e The Shoppes a Marina Bay.

singapore-guida-cosa-vedere-29

singapore-guida-cosa-vedere-34

singapore-guida-cosa-vedere-36

Al contrario, se sei amante dei mercati come noi qui rischierai di perdere la testa. Solitamente divisi in “dry” dove puoi trovare oggettistica, portafortuna, vestiti e articoli vari e in “wet” dove invece trovi il fresco. Nel quartiere cinese c’è il Chinatown Complex (335 Smith Street) dove ti puoi davvero perdere, al -1 abbiamo incontrato Anthony The Spice Maker dove puoi recuperare tutte le spezie che vuoi (anche on-line) e per la prima volta abbiamo visto il “pollo nero” che pare essere molto raro e prelibato nella cucina cinese. Tra le cose che non puoi perdere c’è il Durian un frutto davvero strano, lo riconoscerai dal suo cattivo odore (almeno per noi occidentali) ma ti assicuriamo che il sapore è buonissimo!

Il nostro mercato preferito è quello di Tiong Bahru (30 Seng Poh road). Ci sono inoltre diversi market di Street Food sia all’aria aperta che coperti dove puoi mangiare bene con pochissimi dollari. Tra questi vogliamo segnalarti il Maxwell Food Centre (1 Kadayanallur Street).

singapore-guida-cosa-vedere-65

singapore-guida-cosa-vedere-27

singapore-guida-cosa-vedere-28

singapore-guida-cosa-vedere-32

Ecco qualche indirizzo da non perdere per lo shopping!

Look See Look See
Un posto incredibile dove sedersi e consultare libri selezionati dalle migliori personalità del mondo creativo di Singapore. Gli interni sono bellissimi e vengono serviti tè sia caldi che freddi del marchio locale A.muse Projects.
267 Beach Road

Supermama
Un negozio galleria davvero carino con una selezione di oggetti alla quale non saprai resistere. La maggior parte dei prodotti sono selezionati tra designer e artisti di Singapore, inoltre puoi trovare delle porcellane giapponesi bellissime.
265 Beach Road

Scene Shang
Arredi asiatici e oggetti selezionati davvero con grande cura. Le cose che ci stanno in valigia sono davvero poche ma vale la pena fare un giro. Chiedi di provare anche il loro profumo per ambienti – White Pagoda – è davvero buonissimo.
263 Beach Rd

Tea Chapter
Non un semplice negozio. Qui la cultura del te cinese è davvero ad un livello altissimo e lo respiri in tutto quello che ti circonda. Puoi fare degustazioni, workshop sulla cerimonia del tè e ovviamente acquistare quelli che preferisci consigliato dal personale preparatissimo. Il loro vanto più grande? Aver ospitato anche la Regina Elisabetta II durante una sua visita.
11 Neil Road

Kapok @ National Design Centre
Avremmo comprato tutto! Questo negozio presenta una varietà di prodotti dalla moda al lifestyle di brand internazionali, con particolare attenzione alla qualità e alla creatività. Nato a Hong Kong oggi conta otto punti vendita di cui due a Singapore.
111 Middle Road

Basheer Bookshop
Pensi che una rivista sia introvabile? Probabilmente qui la troverai. Questa è la libreria che ognuno vorrebbe nella propria città… almeno noi che abbiamo una dipendenza dall’acquisto della carta stampata! La buona notizia? Vendono anche on-line!
Bras Basah Complex, 231 Bain Street

singapore-guida-cosa-vedere-59

singapore-guida-cosa-vedere-67

singapore-guida-cosa-vedere-51

singapore-guida-cosa-vedere-68

SPECIAL

National Gallery
Definirlo museo forse è poco. La National Gallery di Singapore è il centro più grande del Sud Est Asiatico dedicato all’arte. L’offerta è davvero ampia sia per grandi che per i più piccoli. Anche il bookshop e il caffè meritano un pit-stop.
1 Saint Andrew’s Road

The Pinnacle @ Duxtone
Il più grande complesso residenziale di Singapore (e non solo) che conta più di 2000 residenze suddivise in sette torri. Lo puoi vedere da ogni punto del centro città e, fatto ancor più importante, per pochi dollari (6 nello specifico, solo in contanti con accesso dalla torre 1G) puoi salire all’ultimo piano, sullo sky-bridge che unisce tutte le torri dove hai la miglior vista a 360 gradi di tutta la città e della baia intera.
Blk 1G Cantonment Road

singapore-guida-cosa-vedere-38

singapore-guida-cosa-vedere-39

singapore-guida-cosa-vedere-40

Blair Road
A Singapore non puoi perdere uno dei vari quartieri coloniali ancora presenti in città. Segna sulla mappa questa via e prepara la macchina fotografica. Case bellissime, colorate e mattonelle dalle fantasie più disparate faranno impazzire il tuo Instagram. Un’altra via da appuntarsi è Emerald Hill road.
Blair Road

singapore-guida-cosa-vedere-17
singapore-guida-cosa-vedere-18

Gardens by the bay
Il waterfront della città interamente recuperato dall’acqua dove sorge un parco incredibile che ospita il Flower Dome e il Forest Dome – le serre più grandi al Mondo – e gli iconici “Super Trees” dove ogni sera va in scena uno show di musica e luci. Un grandissimo parco dalla vegetazione incredibile dove si susseguono eventi ogni giorno tra cui lo spettacolo di giochi d’acqua nella baia.
18 Marina Gardens Dr

Yoga Movement
Vuoi praticare yoga in uno dei centri più cool della città? Scegli uno dei tanti spot yoga Movement.

Giardino botanico e orchidee
La vegetazione a Singapore è qualcosa di inspiegabile, è una città verdissima in ogni suo scorcio. Non a caso ci sono oltre 300 km quadrati di parchi e un giardino botanico dedicato solo alle orchidee dichiarato patrimonio dell’Unesco.
1 Cluny Road

Singapore Food Festival
Ogni estate per tre settimane la città celebra il cibo con eventi, menu speciali, lezioni di cucina e incontri con produttori e grandi chef. Qui tutte le info.

Universal Studios
Non potevamo perderli. Appena abbiamo scoperto della loro esistenza sull’isola di Sentosa, di fronte a Singapore, abbiamo comprato i biglietti. Tu sapresti resistere all’incredibile mondo di Jurassic Park, ad un ballo con i pinguini di Madagascar o ad un giro sulle montagne russe all’interno di una piramide? Noi no! Per raggiungere l’isola ti consigliamo di utilizzare il Cable Car (109 Mount Faber Road), una funivia sospesa sulla città che ti porta direttamente sull’isola.
8 Sentosa Gateway

Singapore Flyer
Vuoi non salire sulla ruota panoramica più grande di tutta l’Asia? Noi, senza essere troppo romantici, ti consigliamo l’ora del tramonto. La vista sulla città e verso la baia da qui sono le più belle in assoluto.
30 Raffles Ave

singapore-guida-cosa-vedere-50

singapore-guida-cosa-vedere-56

universal
flyer

WHERE TO STAY

The Warehouse Hotel
Un ex magazzino che affaccia sul fiume. Questo hotel aperto nei primi mesi del 2017 è davvero l’insieme di quello che cerchiamo: una struttura piccola, curata in ogni dettaglio, moderno e contemporaneo. Il ristorante è curato da Willin Low di Wild Rocket.
320 Havelock Road

GOOD TO KNOW & TIPS

Viaggiare con i consigli di qualcun altro è sempre molto utile, ecco qualche suggerimento che ci sentiamo di darti.

Una guida ti cambia prospettiva. Se in una sola settimana abbiamo visitato così tante cose, scoperto posti e soprattutto imparato tanto su Singapore, la sua storia e le sue tradizioni è stato grazie a Cindy, la nostra guida che davvero ha reso il nostro viaggio unico. Cindy – nata e cresciuta a Singapore – è stata la perfetta compagna di viaggio, il famoso punto di vista local che sempre cerchiamo ogni volta che viaggiamo.
cindytay.sc(at)gmail.com

singapore-guida-cosa-vedere-21
singapore-guida-cosa-vedere-10

Al ristorante non farti sorprendere dal conto. Non chiederci perché ma i prezzi sono quasi sempre eslcusi di servizio e iva quindi aggiungi il 17% in più rispetto quello che vedi sul menu.

Acquista i dati. Nei numerosissimi Seven-Eleven puoi comprare delle schede sim davvero utili per poter navigare tranquillamente, cercare i tuoi posti del cuore, consultare le mappe e postare infinite foto sui social. Per 15 dollari acquisti una scheda che dura cinque giorni.

One, two, drink… I cocktail costano davvero tanto, circa 25-30 dollari.

Quando dici che vai a Singapore tutti ti terrorizzano per il clima umido, quando torni a tutti racconti di quanto il clima fosse insostenibile. Noi abbiamo trovato sempre il sole, addirittura il cielo azzurro ma in effetti l’umidità non ti abbandona mai. Porta sempre con te una maglietta di scorta e una felpa, l’abuso di aria condizionata è la normalità.

Per muoverti c’è la metro che funziona benissimo ma taxi e uber sono davvero super economici e la città tendenzialmente non è mai troppo trafficata. Spesso per importi piccoli i taxisti accettano solo cash.

Se visiti il Flower Dome e il Cloud Forest puoi farti fare il timbro per poter tornare la sera e vedere il tutto con una luce diversa.

Di sicuro penserai di non poter tornare a casa senza essere stato in cima al Marina Bay Sand. Abbiamo un consiglio anche per questo: anziché pagare 23 dollari per salire al piano panoramico (56imo), pagane 20 per accedere a CeLaVi il cocktail bar al 57imo piano, l’importo pagato sarà scalato dal costo del drink che berrai.

Come e quando. Il clima è equatoriale quindi molto caldo e umido, non vi sono delle vere e proprie stagioni. I mesi più piovosi sono da novembre a gennaio mentre i più indicati sono febbraio, luglio e agosto.

Se come noi ami i voli diretti Singapore Airlines è la soluzione migliore per affrontare oltre dieci ore di volo senza accorgertene.

Se sei arrivato alla fine di questa guida significa che siamo davvero riusciti a trasmetterti il nostro amore per questa città stupenda che ha saputo davvero farci innamorare.

nl

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Se vuoi ricevere le nostre ricette, le guide di viaggio, anteprime imperdibili e altri contenuti esclusivi, inserisci la tua mail nel form sottostante.

CI siamo quasi... controlla la tua mail e conferma la registrazione!