Identità Golose 2015: le ragioni per non mancare.

3 febbraio 2015

Perché uno che non vive in cucina ma è solo incuriosito, dovrebbe andare a Identità Golose? Ma partiamo dalle basi: cos’è Identità Golose?

Per cucinare e mangiare meglio c’è bisogno di gente che discuta la questione e parli di cucina. Non valgono le ricette scambiate con i colleghi o una domenica a pranzo da nonna, serve proprio una riunione con i più importanti nomi della gastronomia Internazionale; serve un congresso di cucina. Ecco, benvenuti a Identità Golose.

Dall’8 al 10 febbraio si riuniscono a Milano oratori e uditori con passioni comuni: il cibo, i ristoranti, la cucina d’autore.

Nonostante il fervore intorno ai commestibili, l’atmosfera è sempre piuttosto formale. Nelle sale in cui si svolgono gli incontri c’è un’attenta serietà tipica di una bella lezione accademica. Ma qui si parla invece di ingredienti ponderati, cultura del piatto e vite di chef.

Insomma, si fa il punto su quello che succede nelle cucine professionali e si prova a dare nuovi stimoli, nella speranza che possa nascere qualcosa di nuovo.

Quest’anno il tema principale sarà Una sana Intelligenza. Titolo che si spiega da se e che vuole portare in primo piano la salute di chi mangia.

Si affronteranno temi specifici su territori e prodotti: quest’anno è la volta di Identità Piccanti, Identità di Montagna, Identità Naturali, Identità di Pane e pizza, Identità di pasta, Identità Estreme. Ci sarà un momento tributo alle terre del Veneto e l’atteso appuntamento sulle Identità di Sala (perché anche loro hanno molto da raccontare).

E poi c’è quella cosa che non ha bisogno di essere messa in programma ma che assorbe una buona parte del tempo: incontrare gli amici che lavorano a stretto contatto con il cibo senza mai esserne stanchi perché credono (e ci credono davvero) che il cibo sia la risposta a ogni cosa.

Ma tornando alla domanda iniziale: perché uno dovrebbe andare a Identità Golose?

A prescindere da chi tu sia, e dal livello che ricopri nella scala sociale del food, partecipare a Identità Golose significa ascoltare i racconti di chi il cibo lo tocca e lo vive tutti i giorni, lo studia o più semplicemente, lo rispetta. Ecco, bisognerebbe andare a Identità Golose per imparare a essere più consapevoli sui fatti del cibo.

Perché mentre credi di sapere tutto sulla cucina (del resto sei italiano), c’è tutto un mondo inesplorato che desidera fare la tua conoscenza.

Ah, altra cosa importantissima che ti deve spingere a Identità Golose 2015 è la nostra presenza! Saremo disponibili per firmare le copie di In Food We Trust Domenica 8 febbraio nello stand Mondadori alle 12.00.

Non hai più scuse per mancare all’evento.

 

Pictures ©: Brabilla-Serrani | Sonia Santagostino

nl

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Se vuoi ricevere le nostre ricette, le guide di viaggio, anteprime imperdibili e altri contenuti esclusivi, inserisci la tua mail nel form sottostante.

CI siamo quasi... controlla la tua mail e conferma la registrazione!