Conosci i superfood?

4 novembre 2015

Fare la spesa non è più un’esperienza che si limita all’acquisto di uova, pasta e verdure. Ormai ci confrontiamo con migliaia di prodotti che sono entrati a fare parte delle nostre abitudini alimentari trasformando molti alimenti prima poco interessanti, in prodotti che non devono mancare in casa.
Tra tutti questi, c’è una categoria diventata famosa, che abbiamo sempre guardato con curiosità: i superfood.

Si parla di superfood per raccogliere una serie di alimenti ricchi di determinate sostanze che hanno un effetto benefico sulla salute. Questo termine non è riconosciuto dagli studiosi e dai nutrizionisti ma è un termine usato dai media per riferirsi agli alimenti che promuovono la salute e riducono i rischi di malattie.
Quello che accomuna tutti gli alimenti definiti così è un elevato contenuto di antiossidanti, vitamine e altre molecole in quantità ben superiori alla media di altri cibi.

Quindi, in due parole: non prendere l’argomento dei superfood come oro colato ma sappi che gli alimenti fatti rientrare in questa categoria, non possono che migliorare la tua alimentazione. Ecco allora l’elenco dei superfoood che non devi perdere di vista:

Bacche

Quelle di Goji hanno dato il via all’era dei superfood. Questi piccoli frutti li trovi essiccati, tipo uva passa, e sono diventati famosi per la più alta concentrazione di antiossidanti e altre molecole utili. Il consumo ideale è di 30g al giorno ma tutto dipende dalla varietà del frutto. La Xing Dal, ad esempio, pare sia la migliore.

Tra le altre bacche,  il Camu-Camu con un contenuto di vitamine C superiore di 50 volte rispetto a un’arancia o l’Olivello che, pur non avendo un sapore buonissimo, è ricco anche lui di vitamina C e acidi organici.

Radici

Ancora prima che esistessero i superfood, in Oriente qualcuno aveva capito che il Ginseng fosse una radice eccezionale. È un perfetto energizzante riconosciuto che, come conferma la scienza, contribuisce anche all’aumento della libido. Serve altro per convincerti che fa bene?

Altra radice, meno nota ma altrettanto ottima è la Maca, ricca in oligoelementi (calcio, ferro, selenio) e apporta anche discreta quantità di proteine.

Verdure

Tra le ultime arrivate nell’elenco dei superfood ci sono le nostre amate barbabietole! Ricche di vitamine del gruppo B ma anche elementi quali ferro, magnesio e zinco. Usale come e quando puoi, anche facendone dei succhi.
È poi il turno delle verdure a foglia scura come spinaci, cavoli, broccoli. Oltre a essere dei prodotti eccezionali nel gusto e tipici dell’agricoltura italiana, apportano una miriade di elementi favorevoli per la salute, specie nella stagione invernale.
Tra tutti i superfood, questi sono i cibi a cui devi prestare più attenzione perché sono quelli che consumi più regolarmente e sono riconosciuti dagli esperti come effettivamente benefici, senza ombra di dubbio. Per non parlare del fatto che siano facilmente reperibili e il loro consumo regolare è per noi un’abitudine.

Quinoa

Ricca di proteine rispetto agli altri cereali e gluten free, la quinoa ha anche un alto contenuto di magnesio, fosforo e ferro.

Semi

Sono spesso elementi ricchi di proteine e grassi vegetali che apportano un beneficio incredibile al fisico. In primis i semi di chia (particolarmente ricchi di Calcio), di lino e di zucca che contengono acidi grassi preziosi. Un po’ come la frutta secca, forniscono energia e, sempre in giuste dosi, sono degli ottimi integratori nella dieta.

Frutta secca

Nelle dosi ridotte, la frutta secca è ideale per tenere a bada le malattie cardiache e il colesterolo. Forniscono un ottimo quantitativo di Vitamina E, Potassio e le proteine vegetali.

Yogurt Greco

Il fattore che lo rende super è la fermentazione a cui è sottoposto. Lo trasforma in un alimento probiotico, ovvero con un contenuto di microrganismi che apportano beneficio all’organismo. Inoltre è un ottimo sostituto in cucina di alimenti grassi come la panna.

Avocado

Dopo l’oliva è il frutto più grasso presente in natura ma non per questo dannoso. Composto di ottimi acidi grassi vegetali, l’avocado è un superfood soprattutto perché può sostituire in cucina molti altri ingredienti più dannosi per la salute, come i grassi animali.

Curcuma

Essendo una spezia, il consumo di curcuma è molto ridotto nella dieta ma, a differenza di tanti alimenti, una piccola dose contiene una serie di sostanze utili a combattere i radicali liberi con un azione anti infiammatoria. Abituati alla polvere, la curcuma si ricava però da una radice.

Una menziona va fatta per le fave di cacao che, effettivamente, possono apportare effetti benefici sulla salute. O la Spirulina, un’alga che oltre a essere proteica pare sia ricca di vitamine ma con ancora qualche ombra non del tutto chiarita. Tuttavia noi siamo sempre concreti: trovare certi alimenti al supermercato è improbabile e impiegarli in cucina non è poi così semplice.
Per ultimo tocca a uno di quegli alimenti che viene visto come eccezionale: il mirtillo. Non è poi così super ma è comunque benefico al pari di tantissimi altri cibi.

Proprio pensando al mirtillo rimane allora pensare una cosa: è necessario che un cibo sia definito “superfood” per convincerci che faccia bene? Pensiamo sia più utile non farsi ossessionare dalle mode. Quelle passano e, col tempo, rimane la verità. Consuma regolamente tutti i cibi che fanno bene, non serve che siano super. Del resto nessuno di noi è un super eroe ma riusciamo a fare grandi cose, nel nostro piccolo!

nl

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Se vuoi ricevere le nostre ricette, le guide di viaggio, anteprime imperdibili e altri contenuti esclusivi, inserisci la tua mail nel form sottostante.

CI siamo quasi... controlla la tua mail e conferma la registrazione!